Il Circo Massimo è il più grande impianto sportivo costruito nell’Antica Roma. Si estende su una vasta superficie verde di circa 600 metri di lunghezza e 140 metri di larghezza. Nei momenti di massima affluenza è stato in grado di ospitare tra le 250.000 e le 300.000 persone. La prima costruzione risale al VII secolo a.C. e fu voluta dal re Tarquinio Prisco. Negli anni successivi fu restaurato e subì delle modifiche in seguito a vari incendi che colpirono la capitale dell’impero.

L’utilizzo del Circo Massimo

Utilizzato principalmente per la corsa dei carri, vera e propria passione per gli abitanti della Città Eterna, fu teatro di gare atletiche e sportive di vario tipo. L’accesso alle competizioni, totalmente gratuito, lo rese mèta privilegiata per la gens romana. Dagli ultimi scavi archeologici è emersa l’antica fattezza del luogo: un’infinità di negozi, bancarelle e taverne circondavano l’area delle corse, per tale motivo fu considerato “cuore pulsante” dell’Urbe. Il Circo Massimo porta con sé una storia millenaria, oggi invece è solo un sito turistico che ospita eventi eccezionali (concerti, manifestazioni etc) e viene usato dai capitolini per correre o per portare a spasso i cani.

Dove si trova

Il Circo Massimo è situato in pieno centro storico, nella valle tra il Colle Palatino e il Colle Aventino. E’ facilmente raggiungibile dalle Terme di Caracalla e dal Colosseo, con i mezzi pubblici tramite l’omonima fermata della metro B. In prossimità dello stesso si trova il famoso palazzo della FAO (Food and Agriculture Organization), l’organizzazione delle Nazioni Unite per l’alimentazione e l’agricoltura. Può considerarsi un grande prato all’aperto sempre a disposizione dei romani. Da lì a 2 minuti di distanza si svolge, a Capodanno, il concerto in piazza.

Richiedi informazioni per Capodanno Roma 2018.

Nome e Cognome (richiesto)

Telefono(richiesto)

La tua email (richiesto)

Nome della location (richiesto)

Note aggiuntive