Fontana di Trevi può essere considerata fra le più famose e celebrate fontane di tutto il mondo, certamente la più importante di Roma. La sua inaugurazione risale al lontano 1735, appartiene infatti al periodo del tardo barocco e fu progettata da Nicola Salvi, noto architetto italiano dell’epoca. Il tema dominante di questo monumento è il mare. La struttura presenta una scogliera rocciosa che occupa l’intera parte inferiore del palazzo, al centro del quale è posta una grande statua di Oceano che guida un cocchio a forma di conchiglia trainato da due cavalli alati, a loro volta guidati da altrettanti tritoni. Ai lati della grande nicchia centrale vi sono altre due nicchie (più piccole),  dove sono sistemate le statue della Salubrità e dell’Abbondanza. Ci sono poi due cavalli noti come “il cavallo agitato” e “il cavallo placido” che raffigurano gli analoghi momenti del mare, a volte calmo e a volte agitato. Fontana di Trevi nell’immaginario collettivo rappresenta una vera e propria icona della Città Eterna, uno dei monumenti più visitati di Roma, specie durante le feste come il Natale e il Capodanno.

I film legati alla Fontana di Trevi

L’importanza della Fontana di Trevi non poteva essere ignorata dal mondo del cinema, che l’ha utilizzata per importanti pellicole come:
– La Dolcevita di Federico Fellini (1960) in cui la celebre attrice Anita Ekberg si tuffa nella vasca, invitando Marcello Mastroianni a fare lo stesso.
– Tototruffa 62 (1961) in cui il grande Antonio De Curtis tenta di vendere la fontana ad un ignaro turista, e con essa i diritti d’autore per tutte le foto scattate dagli altri turisti, scatenando in questo modo una serie di gag ed incomprensioni che si susseguono nel film.

La leggenda

Esistono vari aneddoti, o meglio leggende, legati alla fontana. La tradizione popolare romana narra che lanciando una monetina al suo interno (rigorosamente di spalle), si propizia un futuro ritorno a Roma. Questa usanza è talmente nota che sono ben pochi i turisti che si sottraggono a questo rito. Un’ordinanza del Comune di Roma ha stabilito che tutte le monetine recuperate all’interno della Fontana di Trevi siano devolute alla Caritas, anche se si sono verificati continui episodi di furti, spesso sventati.

Richiedi informazioni per Capodanno Roma 2018.

Nome e Cognome (richiesto)

Telefono(richiesto)

La tua email (richiesto)

Nome della location (richiesto)

Note aggiuntive

Acconsento alla vostra informativa sulla Privacy e Cookie Policy